Sante Fornasier / CURRICULUM

Nato nel 1947 a San Giorgio della Richinvelda dove tuttora risiede.

Lavoro
Ha esercitato la sua attività professionale in ambito gestionale, amministrativo e finanziario in collaborazione con e per importanti aziende della nostra regione e italiane. Conseguito il diploma di ragioneria nel 1967, inizia subito il suo percorso in banca. Da lì, nel 1970, passa ad un’importante azienda come Direttore amministrativo e a 27 anni diventa dirigente d’azienda. Matura poi altre esperienze in settori diversi, sempre come Direttore Amministrativo, e conclude la sua carriera lavorativa come dirigente di Impregilo.

Cultura/musica Corale
Accanto all’attività professionale si è sempre interessato all’area no profit ed in particolare al settore musicale-corale. Nel 1967 consegue il diploma in musica della Scuola Ceciliana della Diocesi di Concordia Pordenone
Fonda nel 1979 la Corale di Rauscedo che ancora dirige con passione e dedizione.
Determinante il suo impegno (come presidente del Comitato) per la realizzazione dell’Organo (nel 1996) nella Parrocchiale di Rauscedo, opera molto interessante realizzata dalla Ditta Organaria cav. Francesco Zanin di Codroipo.
Partendo dalla propria corale, si impegna poi nell’USCI Pordenone (Unione Società Corali della Provincia di Pordenone); nel 1990 ne diventa presidente ricevendo l’eredità da Luigi Paolin pioniere e fondatore; carica che mantiene fino al 1996
Nel 1995 viene eletto presidente regionale dell’USCI Friuli Venezia Giulia, (Unione Società Corale del Friuli Venezia Giulia) carica che mantiene fino al 2010. Ne disegna un ruolo di secondo livello, di ampio respiro e con serie di innovazioni e progetti.
Nel 1999 viene eletto presidente di FENIARCO, Federazione Nazionale Italiana delle Associazioni Regionali Corali, federazione nazionale rappresentativa della coralità italiana che comprende tutte le regioni..
Sotto la sua presidenza, che mantiene fino al marzo 2017 e che decide di lasciare dopo 18 anni, Feniarco riceve un significativo slancio di crescita e innovazione creando una “rete” importante e ben organizzata su tutto il territorio nazionale. Nuovi e importanti progetti vengono realizzati, si sviluppa il concetto di “rete”, di sinergie; viene perseguita un’intensa opera di valorizzazione dei cori, cantori, direttori e compositori. Feniarco diventa cosi un “soggetto culturale” importante nel panorama culturale-musicale italiano coniugando “solidarietà e partecipazione con qualità, efficienza e sana gestione delle risorse”.
Si intensificano i rapporti con i Ministeri: Mibact, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Settore Associazionismo dal quale vengono riconosciuti e finanziati 15 progetti speciali a valere sulla legge 383 del 2000 per le Associazioni di Promozione Sociale (APS), e Miur con l’accreditamento di Feniarco come ente di formazione.
Coltiva e rafforza le collaborazioni con la federazione europea ECA-Europa Cantat (European Choral Association – Europa Cantat), la federazione internazionale IFCM (International Federation for Choral Music) e altre istituzioni europee nonché con altre federazioni corali nazionali. La coralità italiana ne trae beneficio ma porta anche le sue positive esperienze maturate sul campo.
Nel 2012, per la prima volta in Italia, organizza a Torino la XVIII edizione del FESTIVAL EUROPA CANTAT, il più grande e importante festival corale europeo che si tiene ogni tre anni in uno stato e città diversi dell’Europa e che viene assegnato dopo un’attenta valutazione della candidatura, del progetto artistico musicale e delle credenziali presentate (finanziarie, logistiche, organizzative). Un grande successo di partecipazione, di coinvolgimento della città, di qualità artistica, di proposte corali musicali di ogni genere, di immagine e di organizzazione; Feniarco e l’Italia fanno una bellissima figura ricevendo consensi ed apprezzamenti.
Nel 2003 viene eletto nel Board della federazione europea ECA-EC (European Choral Association – Europa Cantat), mandato che si rinnova anche nel 2006 e nel 2009 (sono concessi al massimo tre mandati complessivi); nel 2009, raccogliendo il più alto consenso assembleare tra i candidati, il Board all’unanimità lo elegge presidente per il triennio 2009-2011.
Anche questa volta la sua presidenza europea porta importanti risultati perseguendo obiettivi strategici tra cui il Progetto VOICE – Vision On Innovation for Choral Music in Europe; progetto triennale di 2,4 milioni di euro, finanziato con fondi UE Cultura per 1,2 milioni, con 14 partner europei coinvolti, tra cui ovviamente Feniarco per il Festival Europa Cantat XVIII Torino 2012; VOICE è il più grande progetto per la musica corale finanziato fino ad ora dall’Unione Europea
Lascia la presidenza di ECA-Europa Cantat nel novembre 2012, per compimento dei tre mandati complessivi.
Nel 2017 viene chiamato alla Presidenza dell’Accademia d’Archi G.G. Arrigoni di San Vito al Tagliamento.

Riconoscimenti e cariche attualmente ricoperte
Oltre a diversi riconoscimenti, nel 2012 riceve, su indicazione della Fondazione Guido d’Arezzo, la medaglia di merito dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano.
Attualmente è:
Direttore della Corale di Rauscedo (fin dalla fondazione nel 1979)
Membro del Comitato Nazione Nazionale per l’apprendimento pratico della Musica del MIUR, presieduto dal prof. Luigi Berlinguer
Membro del Forum Nazionale per l’Educazione Musicale
Membro del Collegio del Revisori di Italiafestival
Consigliere dell’Usci di Pordenone e dell’Usci Friuli Venezia Giulia
Presidente dell’Accademia d’Archi G.G. Arrigoni di San Vito al Tagliamento.

30 aprile 2019