Pfitzner-Schubert

2020/2021

 

Luca Lucchetta, clarinetto

Laura Bortolotto, violino

Francesco Lovato, viola

Federico Lovato, pianoforte

llin Dirne Dimovsky, contrabbasso

Damiano Scarpa, violoncello

Un brano di rara esecu­zione e un altro di grande successo e notorietà. Due autori profonda­mente diversi e due orga­nici piuttosto inconsueti per un programma came­ristico di grande interesse. Hans Erich Pfitzner fu compositore proficuo in diversi generi musicali, la musica da camera in par­ticolare ma anche la lie­deristica per la quale Franz Schubert fece sicu­ramente scuola. Molto conservatore il pri­mo, quanto innovatore di linguaggi il secondo (se pensiamo che morì solo un anno dopo Beetho­ven..). Salutiamo un en­semble di ottimi musicisti locali fra cui annoverare una “sanvitese di adozio­ne” che accogliamo sem­pre con grande piacere.


               H.E. Pfitzner (1869-1949) Sestetto per clarinetto, violino, viola violoncello, contrabbasso e pianoforte op. 55

       F. Schubert (1797-1828) Ouintetto con pianoforte in la magg. op. 114 “La Trota” D667